Papa Francesco a Fatima 2017

La conferenza stampa sul volo di ritorno da Fatima. Francesco parla delle apparizioni in Erzegovina. Su Trump: «Non dò giudizi prima di incontrarlo». Sui Lefebvriani: «I rapporti sono fraterni»

13 maggio 2017

VATICAN INSIDER – «Preferisco la Madonna Madre a quella che fa il capo di ufficio telegrafico che ogni giorno invia un messaggio». Papa Francesco di ritorno da Fatima smorza le interpretazioni sulla preghiera relativa al «vescovo vestito di bianco» («Non l’ho scritta io») e risponde a una domanda sulle apparizioni di Medjugorje rivelando il contenuto della relazione Ruini, positiva sulle prime apparizioni ma dubbiosa sul quelle attuali. (altro…)

Il Papa ai malati: vivete la vita come un dono prezioso per la Chiesa

RADIO VATICANA – Al termine della Messa al Santuario di Fatima, Papa Francesco ha voluto indirizzare un saluto particolare a tutti i malati presenti. “Non vi vergognate di essere un prezioso tesoro della Chiesa”, ha detto loro. Contate sulla preghiera che da ogni parte si innalza per voi e con voi. Dio è Padre e non vi dimenticherà mai”. Adriana Masotti: (altro…)

Festa e gioia a Fatima, sono santi Francesco e Giacinta. Il Papa: “Sotto la protezione di Maria, siamo nel mondo sentinelle del mattino”

Questa mattina, alle ore 11.26, Papa Francesco ha proclamato Santi della Chiesa Francesco e Giacinta, i Pastorelli di Fatima, che la chiesa celebrerà il 20 febbraio. La solenne celebrazione sul sagrato del Santuario, in occasione del Centenario delle Apparizioni: presenti alla i Presidenti della Repubblica del Portogallo, del Paraguay e di São Tomé e Príncipe. (altro…)

Alle 11.26 del 13 maggio Papa Francesco proclama Santi della Chiesa i pastorelli di Fatima

(Brevi biografie a cura del Santuario di Fatima) Dalle vite brevi di Francesco e Giacinta Marto, «due fiammelle che Dio ha acceso per illuminare l’umanità nelle sue ore buie e inquiete», nei pochi registri biografici. La più importante fonte di conoscenza è le Memorie di su cugina. (altro…)

“Con Cristo e Maria”. Il saluto del Papa ai pellegrini a Fatima

Cari pellegrini di Maria e con Maria!

Grazie per avermi accolto fra voi ed esservi uniti a me in questo pellegrinaggio vissuto nella speranza e nella pace. Fin d’ora desidero assicurare a quanti vi trovate uniti con me, qui o altrove, che vi porto tutti nel cuore. Sento che Gesù vi ha affidati a me (cfr Gv 21,15-17), e abbraccio e affido a Gesù tutti, “specialmente quelli che più ne hanno bisogno” – come la Madonna ci ha insegnato a pregare (Apparizione di luglio 1917). Ella, Madre dolce e premurosa di tutti i bisognosi, ottenga loro la benedizione del Signore! Su ciascuno dei diseredati e infelici ai quali è stato rubato il presente, su ciascuno degli esclusi e abbandonati ai quali viene negato il futuro, su ciascuno degli orfani e vittime di ingiustizia ai quali non è permesso avere un passato, scenda la benedizione di Dio incarnata in Gesù Cristo: «Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace» (Nm 6,24-26). (altro…)

Il Papa a Fatima: diventiamo con Maria segno della misericordia di Dio

RADIO VATICANA – Il Papa è da ieri nel Santuario di Fatima, in Portogallo, dove oggi, 13 maggio, canonizzerà i pastorelli veggenti Francesco e Giacinta, come momento culmine delle celebrazioni per il centenario delle apparizioni. Ieri sera, nella Cappellina sorta sul luogo di quelle manifestazioni mariane, Francesco ha offerto una preghiera alla Vergine e ha presieduto la recita del Santo Rosario. Il servizio del nostro inviato. Il servizio di Fabio Colagrande: (altro…)

Fatima, Seicentomila candele illuminano la notte portoghese

12 maggio 2017

ANSA – Seicentomila candele illuminano la notte portoghese e accompagnano il Papa che nel santuario di Fatima reciterà il rosario dopo aver partecipato alla suggestiva benedizione delle candele. Arrivato in papamobile, e accolto da grande calore e affetto, il Pontefice si è poi seduto davanti alla statuetta della Madonna, nella cappellina eretta nel luogo dove i tre piccoli veggenti ebbero la prima visione, il 13 maggio 1917. (altro…)

Fatima, quel viaggio di Paolo VI per la pace

VATICAN INSIDER – Il viaggio di Papa Francesco a Fatima avviene esattamente cinquant’anni dopo quello compiuto da Paolo VI, il primo Pontefice a recarci in pellegrinaggio nel santuario mariano portoghese. Paolo VI era stato invitato l’anno precedente dall’episcopato portoghese, che gli chiedeva di presenziare alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario delle apparizioni. La decisione iniziale era stata però quella di non accettare, tanto che il 15 aprile 1967 il Papa aveva nominato suo legato per le celebrazioni il cardinale curiale di origini portoghesi José da Costa Nuñes.  (altro…)

La preghiera del “vescovo vestito di bianco”: abbatteremo i muri

VATICAN INSIDER – «Guardo la tua veste di luce e come vescovo vestito di bianco ricordo tutti coloro che, vestiti di candore battesimale, vogliono vivere in Dio e recitano i misteri di Cristo per ottenere la pace». Francesco è assorto in preghiera davanti alla statua della Madonna di Fatima, davanti alla cappellina delle apparizioni del Santuario di Fatima. E recitando la supplica rivolta alla Vergine usa l’espressione contenuta nel testo del Terzo Segreto di Fatima per definire sé stesso: «vescovo vestito di bianco». Come si ricorderà, nel mettere nero su bianco venticinque anni dopo la visione ricevuta il 13 luglio 1917, suor Lucia aveva parlato di un «vescovo vestito di bianco» che subisce il martirio insieme a tanti altri cristiani, affermando di aver avuto il presentimento che si trattasse «del Santo Padre».  (altro…)

La preghiera di Papa Francesco alla Madonna di Fatima

Salve Regina,
beata Vergine di Fatima,
Signora dal Cuore Immacolato,
rifugio e via che conduce a Dio!
Pellegrino della Luce che viene a noi dalle tue mani,
rendo grazie a Dio Padre che, in ogni tempo e luogo, opera nella storia umana;
pellegrino della Pace che, in questo luogo, Tu annunzi,
do lode a Cristo, nostra pace, e imploro per il mondo la concordia fra tutti i popoli;
pellegrino della Speranza che lo Spirito anima,
vengo come profeta e messaggero per lavare i piedi a tutti, alla stessa mensa che ci unisce. (altro…)