Baldisseri: Papa vuole che giovani siano veri protagonisti del Sinodo

News - 12 agosto 2017

RADIO VATICANA – Con il tweet di oggi, Papa Francesco esorta i giovani di tutto il mondo a far sentire la propria voce in vista del Sinodo a loro dedicato, in programma l’ottobre del prossimo anno. L’iniziativa del Papa viene accolta con gioia dal cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei Vescovi, che anche in questo periodo estivo sta lavorando per l’importante appuntamento ecclesiale del prossimo anno. In questa intervista alla Radio Vaticana, il porporato si sofferma anche su alcune novità, come il sito web youth.synod2018.va, volte proprio a favorire la partecipazione dei giovani come auspicato dal Pontefice:
R. – Io sono veramente lieto che il Santo Padre intervenga con il suo tweet e interviene sui giovani in questo momento anche nel giorno in cui si celebra la Giornata mondiale della gioventù dell’Onu. Stiamo lavorando per la preparazione al Sinodo 2018 e abbiamo dato molta importanza alle comunicazioni sociali. Vorrei sottolineare che il Sinodo dei Vescovi ha istituito recentemente un sito speciale per i giovani. Soprattutto, abbiamo messo un nuovo questionario adatto proprio per i giovani. Il sito si chiama “youth.synod2018.va”. Questo tweet sicuramente è uno stimolo grande: è il Papa che si rivolge direttamente alla gioventù. In occasione della Veglia della settimana di preparazione alla Giornata mondiale della gioventù, il Papa ha detto: “Il Sinodo è dei giovani: è vostro!”.
D. – Questa partecipazione attraverso il questionario online richiamato anche dal Papa è proprio per far sentire la voce dei giovani: i giovani hanno una grande occasione per far sentire le proprie speranze, desideri e anche i timori ai Padri sinodali …
R. – Sì: è questo che a noi interessa. Preparare il Sinodo dei giovani, preparare quell’evento in maniera diretta. Voi stessi, giovani, dovete essere preparatori perché essendo poi i protagonisti, come tali dovrete essere in condizioni di potere dare gli strumenti, gli argomenti affinché i Padre sinodali possano entrare nel vostro mondo e dare indicazioni utili per il vostro avvenire.
D. – Il sito web recentemente inaugurato e dedicato al Sinodo per i giovani vuole essere anche un modo di rendere più ampia possibile la partecipazione delle Chiese locali e delle Conferenze episcopali …
R. – Certamente. Noi sollecitiamo le Conferenze episcopali con le loro organizzazioni interne, che possano loro stesse intanto creare un sito – che è importante per la diffusione dei loro programmi, delle loro iniziative; ma allo stesso tempo, che questi siti si mettano in link con il sito centrale – il nostro, quello del Sinodo dei vescovi – in maniera che si verifichi una rete mondiale. Quello che accade in una piccola parrocchia o in una piccola associazione può essere conosciuto a livello mondiale.
D. – Quali sono i prossimi passi nel cammino del grande evento del prossimo anno? Ci sono eventi previsti subito dopo questa estate?
R. – Sì, dall’11 al 15 settembre noi teniamo un convegno, qui a Roma, di esperti che studieranno la tematica della gioventù. Questi esperti, naturalmente, sono persone che conoscono bene, da un punto di vista scientifico e anche pratico, il campo della gioventù. E’ uno studio di fondo che sarà poi messo a disposizione degli accompagnatori e anche degli accompagnati, che sarebbero i giovani. Dobbiamo quindi lavorare tutti insieme per la costruzione di una società, e dobbiamo incominciare oggi con voi, cari giovani!

Tags: