Papa ai bimbi del Piccolo Coro dell’Antoniano: “cantando date serenità”

News - 7 dicembre 2017

RADIO VATICANA – “Dio si è fatto Bambino per essere più vicino all’uomo di ogni tempo, dimostrandogli la sua infinita tenerezza”. Così il Papa rivolto ai bambini e ragazzi del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, ricevuti stamane nella Sala Clementina in Vaticano, insieme agli accompagnatori che ne seguono le attività. Occasione dell’incontro i 60 anni dello Zecchino doro, la gara canora ideata da Cino Tortorella in arte Mago Zurlì – in onda in questi giorni su Rai Uno – fino a sabato prossimo 9 dicembre – che vede protagonista la musica e i bambini dai 3 ai 12 anni, in tutto 999 quelli che si sono esibiti come interpreti dal 1959 ad oggi, accompagnati dal Piccolo Coro dell’Antoniano, che porta il nome della sua fondatrice e direttrice per oltre 30 anni, Mariele Ventre, scomparsa nel 1995.

Ha lodato Francesco “le belle esecuzioni musicali” del Piccolo Coro “che hanno trovato gradimento nel mondo dei piccoli e anche in quello degli adulti”. “

“…con le vostre canzoni voi, con semplicità e bravura, trasmettete un senso di serenità, tanto necessaria per tutti, specialmente per quelle famiglie provate da difficoltà e da sofferenze.”

“Continuate il vostro cammino: – li ha incoraggiati il Papa – cantate i valori autentici della vita”. Quindi un auspicio in questo tempo di Avvento in preparazione del Natale:

“…le vostre canzoni che narrano l’evento della nascita di Gesù possano aiutare quanti vi ascoltano a comprendere l’amore e lo stupore di ciò che avvenne a Betlemme duemila anni fa.”

“Anche noi tutti – ha concluso Francesco – attendiamo Gesù”, “che venga nel nostro cuore”.

“Ogni volta che noi abbiamo bisogno, siamo tristi o con qualche difficoltà, malati o con problemi, guardiamo la Madonna e che ci insegni ad aspettare Gesù. Gesù sempre viene.”

Tags: