Storie

Gli trapiantano mani e piedi: bimbo di otto anni torna a giocare a baseball

19 luglio 2017

AVVENIRE – Era il suo sogno di bambino, poter sbattere con forza la mazza da baseball, ma senza mani era impossibile. Eppure Zion Harvey, otto anni, grazie a quattro team di chirurghi, che operavano in simultanea, ce l’ha fatta e, oggi, può fare qualunque sport gli piaccia. Il doppio trapianto di mani è un’ operazione difficilissima che è stata organizzata dall’ospedale per bambini di Filadelfia che ha consentito a Zion di scrivere, mangiare e vestirsi un anno e mezzo dopo essere entrato in sala operatoria. Secondo la rivista scientifica “The Lancet Child and Adolescent Health journal” l’operazione è un successo mondiale. Il bambino americano ha perso sia mani che piedi all’età di due anni a causa di una infezione delle sepsi che poteva togliergli la vita. (altro…)